Food Defense e Food Fraud

Food Defense e Food Fraud

Al giorno d’oggi si rende fondamentale investire sulla difesa del prodotto alimentare. La globalizzazione dei mercati, le distanze, i requisiti normativi e le specificità di ogni economia possono favorire infatti il potenziale rischio di contraffazione degli alimenti e di altri comportamenti scorretti.

L’industria alimentare è consapevole dell’aumento della sensibilità dei consumatori in materia di sicurezza alimentare e come questi siano sempre più attenti alla qualità e all’unicità dei prodotti acquistati.

Agli operatori del settore agroalimentare non saranno quindi sicuramente nuovi i termini Food Defense e Food Fraud, che ritroviamo negli standard della certificazione alimentare.

La differenza tra i due concetti è sottile e facilmente intuibile.

Food Defense, tutela alimentare, è il termine comunemente usato per definire le attività connesse alla protezione dei prodotti alimentari da atti intenzionali di contaminazione o manomissione come l’introduzione di agenti biologici, chimici, fisici o radiologici.

Con Food Fraud, frode alimentare, si intende invece l’intenzionale sostituzione, l’aggiunta, la manomissione e la rappresentazione ingannevole degli alimenti, degli ingredienti, degli imballaggi, dell’etichetta o delle informazioni riportate sul prodotto, così come dichiarazioni false o fuorvianti, per trarne un profitto economico. Senza tralasciare l’impatto che tale prodotto, se consumato, potrebbe avere sulla salute del consumatore.

A questi due concetti è strettamente connesso anche quello di bioterrorismo, un termine composto dal prefisso di origine greca bio, “vita” (impiegato per indicare gli elementi naturali), e dalla parola terrorismo. Si tratta di un neologismo coniato in tempi recenti per indicare le azioni terroristiche nazionali e internazionali che si servono di agenti biologici (quali tossine, batteri o virus) per minacciare o attentare all’incolumità pubblica. Gli elementi utilizzati possono essere reperiti in natura o sintetizzati dall’uomo e possono essere veicolati tramite la diffusione nell’ambiente e nell’aria o attraverso la contaminazione di una determinata categoria di prodotti.

Ma perché si dovrebbe voler intenzionalmente contaminare un prodotto alimentare? Uno dei tanti motivi potrebbe essere quello di arrecare un danno a una determinata azienda o a un particolare settore alimentare.

È quindi bene che ciascuna azienda del settore agroalimentare adotti un corretto piano di Food Defense/Food Fraud a tutela dei propri prodotti. Per farlo, devono essere garantite e implementate le seguenti azioni:

  • l’analisi dei pericoli deve essere applicata e documentata, così come vanno valutati i rischi associati alla tutela dei prodotti alimentari;
  • le aree identificate come critiche per la sicurezza devono essere protette per prevenire gli accessi non autorizzati. Allo stesso tempo, devono essere controllati e gestiti adeguatamente i punti di accesso;
  • devono essere applicate le procedure per prevenire le manomissioni e/o consentire di identificarne eventuali segni;
  • va infine definito e testato periodicamente un appropriato sistema di allerta.

In questo contesto Stilsano mette a disposizione i suoi professionisti affinché implementino procedure adeguate per la tutela delle vostre produzioni e, di conseguenza, la messa in vendita di prodotti sicuri.

Contattaci! Siamo a tua disposizione se desideri effettuare audit in tema di Food Defense/Food Fraud o se vuoi redigere un programma efficace di protezione dei tuoi prodotti alimentari.